venerdì 23 maggio 2014

Due destini che si uniscono

"Il principale nemico della creatività è il buonsenso." Pablo Picasso
Dentro di me esistono due nature, che sono l' opposto eppure si completano.
Da una parte c'è l' artista, che vorrebbe vivere solo di pennelli e matite, con uno sbaffo di colore verde acqua, nella mia testa lo immagino proprio così, e altri su mani e camicia.
Che attraversa la vita come in un sogno rosa-verde-farfalle, a piedi scalzi e i capelli tenuti su da un lapis.
Tempere, tele, fogli di carta acquarellabili, cucina, animali, bambini e amore, tanto amore.
Dall' altra c'è la parte pratica, quella che deve portare il pane a casa, che deve riuscire a fare tutto e bene, con altissime aspettative su se stessa.
La parte che al Liceo Artistico, mi ha fatto scegliere la sezione di Architettura perchè sicuramente avrei trovato più lavoro lasciando indietro quello che mi diceva il cuore.
A volte questa me qui mi sta un po antipatica, diciamolo, una Miss Perfettini che è sempre pronta a dire non va bene e si può fare meglio, altre volte diciamo che mi ha proprio salvata e allora le voglio bene un po’ di più.
La me-artista invece a volte è proprio svampita...senza mezzi termini, un pochino incantata e illusa che il mondo sia tutto rose e fiori, i cattivi non esistono e se esistono sono solo persone sofferenti che hanno bisogno di una mano...no no no...non si può essere sempre così.
"Essere creativi significa in primo luogo fare qualcosa di insolito… D’altra parte, per quanto insolita, l’idea deve essere abbastanza logica perché la gente possa prenderla sul serio." Howard Gardner
Menomale che esiste anche la me-cuoca che sminuzza,sciacqua,taglia e alla fine compone tutti gli ingredienti in quella che sono ora.
Una via di mezzo fatta di compromessi e felicità.
Una mano però a quell' artista svampitella gliela voglio dare, così nei prossimi giorni arriverà in Casa Gallo una fiammante scrivania dove potrò sbizzarrirmi nei pochi tempi morti e dipingere e disegnare e ritagliare e... tutto quello che le verrà in mente.
Lui ha anche promesso che non si lamenterà del disordine...ci sarà da credergli?
Ma in voi quante nature albergano? Quale personalità è la vincente?
Sono curiosa...non mi fate sentire l' unica matta!

Le immagini e i relativi autori li potete trovare nella mia bacheca di Pinterest

martedì 6 maggio 2014

Pitigliano

C'è un posto, in Toscana, che non ha nulla da invidiare alla verde Irlanda
"ti annega di verde e ti copre di blu ti copre di verde e ti annega di blu"
si adatta perfettamente a questi paesaggi incantati dove paesini arroccati occhieggiano sulle dolci colline.
La nostra meta era la magica Pitigliano, una curva, due curve ed eccola, bellissima e magnetica tutta scavata nel tufo.
Vicolini caratteristici spuntano dovunque, non sai dove guardare, archetti, tettoie, vasi con meravigliosi fiori
Panni stesi ad asciugare ti ricordano la vita semplice di paese, e tu, immersa come sei nella grigia città bevi con gli occhi le piccole e grandi bellezze che ti circondano
C'è arte del fare con le mani che serpeggia nei vicoli, restauratori, antiquari, artisti, ceramisti, pittori, scultori e addirittura un vecchio ciabattino lavorano alacremente, non si vedono più queste cose in città, poco remunerative, non servono più a nessuno perchè pochi possiedono cose belle e preziose che vale la pena di curare, aggiustare.
L' usa e getta ormai ci ha contagiato talmente tanto che per poco prezzo possiamo acquistare cose che buttiamo via non appena si sciupano un pochino...invece quanto valore c'è in un vecchio paiolo di rame in cui è stata girata la polenta per la famiglia generazione dopo generazione.
C'è della bellezza in una tazza di ceramica fatta a mano, irregolare e viva quando la tieni tra le mani con un the fumante dentro.
Tra cibo fantastico, vino ottimo, da assaggiare assolutamente il Ciliegiolo e il Bianco di Pitigliano, questa Terra insieme dolce e aspra insieme mi ricorda mia figlia Dharma, sempre abbracciata a me ma poco incline ai baci
Bellissima e libera