giovedì 17 aprile 2014

La Gattara Pazza

E come nella migliore tradizione della pubblicità Barilla di troppi qualche anno fa, l' altra sera siamo tornati a casa con un minuscolo gattino.
Il suo nome è Raegar, un personaggio tratto da una delle nostre saghe preferite, "Le Cronache del ghiaccio e del fuoco" di R. R. Martin. Qui potete ammirarlo in tutta la sua ferocia, è un gatto magico, nel senso che riesce a ingurgitare come per un incantesimo fatato il doppio delle sue dimensioni in crocchini e poi riesce ad essere in due posti contemporaneamente, lo vedi acciambellato sulla poltrona a dormire, ti volti e te lo ritrovi sulla spalla a fare le fusa tutto beato, come e quando sia arrivato lì è un mistero.
Ovviamente ha calamitato le attenzioni di casa su di se, di tutti, tranne che di Barolo, lui continua ad ignorarlo sperando evidentemente che "il minuscolo" decida di traslocare.
L' abbiamo trovato tramite l' Oipa sezione di Pistoia, come gli altri due, non posso che ringraziare questi ragazzi che svolgono un lavoro eccellente salvando la vita a centinaia di creature.
A breve l'Oipa ed altre associazioni simili saranno letteralmente sommersi di piccolini a cui purtroppo dei padroni sciagurati hanno sottratto la possibilità di crescere in una famiglia che li ami e si prenda cura di loro, contattateli e non ve ne pentirete.
E non finirò mai di dire che STERILIZZARE E' UN ATTO D' AMORE!
Concludo mostrandovi una mia foto fra qualche anno...
Come potete vedere sono in forma!

4 commenti:

  1. non posso prendere altri gatti perchè il mio è gelosissimo!

    RispondiElimina
  2. Ciao!
    Non conosco il tuo gatto...ma per mia esperienza lì per lì sembrano offesissimi, ma credo sia la paura che poi manchino cibo e coccole più che altro.
    Non appena capiscono che non mancheranno mai nè l' uno nè le altre si mostrano più aperti e dopo qualche giorno non possono che essere felici di aver trovato un nuovo compagno di giochi.
    Il mio primo gatto, Barolo, è attaccatissimo a me e avevo anche io la tua paura quando è arrivato il secondo, Egon.
    I primi giorni lo ignorava, con qualche sporadica soffiata, ora sono inseparabili, quando porto uno dal veterinario l'altro sta alla porta a piangere finchè non torna.
    Col piccino è stato uguale...ora sono tutti e tre insieme a giocare e a fare baruffe :)

    RispondiElimina
  3. Risposte
    1. Micinissimo...è davvero minuscolo...la Tosca mi ha imposto una sola cosa...DEVE MANGIARE!
      Ovviamente riempio la ciotola a lui e per una strana proprietà transitiva ingrassano gli altri due...MAH!Misteri... :P

      Elimina

Grazie mille per il commento ^^ a presto!