venerdì 24 gennaio 2014

Oh Happy Day

Pubblico poco in questo periodo, anche se mi sono ripromessa di essere più presente, ma stavolta dai, ho una buona scusa, oltre alle cose di tutti i giorni sto cercando di organizzare un matrimonio!
Se vuoi curiosare e dire la tua questo è il link...afdhappyday!
A come Ale, io.
F come Fede, lui.
D come Dharma, la muzzolina nostra figlia.
L' Happy Day si spera che sia il 6 di Settembre 2014!
Spero che vogliate contribuire con un commento o un pensiero!
Qui ci leggiamo presto!

giovedì 16 gennaio 2014

Quando le cose non vanno, Tortelli, di Patate e Zucca

La Ruota dell' anno ha ripreso la sua corsa e i suoi ritmi.
E' bello anche così, con il solito tran tran quotidiano ritrovare le abitudini un pò sballate dal periodo delle feste.
Così dopo le alzataccie mattutine, le corse in ufficio, la spesa, le lavatrici, si arriva anche al momento preferito, quando mi ricongiungo con i pezzetti di cuore che lascio a casa.
E il ritmo rallenta, ritrovo la dimensione che mi appartiene di più.
Ma la vita non è una soap opera, per fortuna, e nonostante sia felice di vedere le persone che amo a volte litighiamo, a volte siamo nervosi, a volte ci si annoia.
E' normale, è così che vanno le cose, quando ci si vuole bene però si aggiusta tutto e torna il cielo azzurro.
Insomma, non so voi ma io non sempre sono rilassata, non sempre sono contenta e tranquilla, ma come diceva Charlotte in Sex and the City "Sono felice tutti i giorni, non tutto il giorno tutti i giorni...ma tutti i giorni" perchè è la base che conta.
Quando capitano questi momenti cosa c'è di meglio che cucinare?
Per sfogarsi, per creare, per farci perdonare e perdonare.
Ecco cosa vuol dire per me comfort food, cioccolata e company in Toscana hanno un nome più terra terra...I TROIAI, non pensate male eh?!
Uno dei comfort food preferiti in casa nostra sono i tortelli, magari fatti a mano.
Vi dico come li ho fatti io l' altra sera, Patate e Zucca, oh!Buoni!

Ingredienti per il ripieno:
- 3/4 grosse Patate gialle
- Zucca già cotta in forno, quantità a piacere, nel senso di quanto vi piace il sapore.
- Timo fresco
- Olio evo, sale, pepe.
- Parmigiano
Per la pasta sfoglia cliccate qui...
La prima cosa da fare è cuocere la zucca in forno, 15 minuti con olio e sale 200° circa e lessare le patate.
La seconda è fare la sfoglia e lasciarla riposare almeno 15 minuti in un panno umido
Si frullano insieme gli ingredienti del ripieno fino ad ottenere una crema omogenea e senza grumi.
La sfoglia va stesa finissima e con un' altezza di circa 15 cm., mettiamo una cucchiaiata di ripieno nel centro e poi ci ripieghiamo sopra la pasta, come per mettergli una copertina.
Con un coppapasta, o un bicchiere, andiamo a tagliare la striscia in questo mondo, facendo attenzione a lasciare una piccola stricia di sfoglia sul bordo per chiudere il tortello.
Per essere sicuri che il nostro godurioso ripieno non se ne vada in giro in fase di cottura si ripassa ben bene il bordo con i rostri di una forchetta.Sigillati!
Cuociamo in abbondante acqua salata il tutto finchè non vengono un pochino a galla, il tempo dipende dallo spessore della vostra sfoglia, e si saltano in padella con abbodante burro e salvia, una spolverata (ma anche di più)di parmigiano e sono pronti.
La ricetta non è finita...prima di mangiarli stappate un buon vino rosso, datevi un bacio e sorridete, che avete appena fatto la pace davanti a una fantastica cena!
Dedicatevi al dopo cena, che nel nostro caso è fatto di Peppa Pig e divano!

giovedì 9 gennaio 2014

I buoni propositi per l'anno nuovo...

BUON ANNO!!!BUON ANNO!!!BUON ANNO!!!
Sarò sincera,non ho scritto niente in queste vacanze perchè non ne avevo voglia non ho avuto tempo...hem...sì!
La mia intenzione era quella di riposarmi e godermi a pieno il primo Natale e il primo compleanno della Dharma nella calda atmosfera di casa.
Ho avuto la brillantissima idea di fare tutto a casa nostra, cene, cenone, apericene, dopocene, compleanni, così da non stressarci troppo con uscite e non trasformarmi in uno sherpa taccato con le mille borse di cui ha bisogno Sua Signoria la Muzzola.
Il risultato è che reduce da N serate "anticipiamolefestefacciamounapericenacosìcisalutiamo", già il 24 Dicembre sfoggiavo, oltre ad una messa in piega floscia la tuta sformata e le mie ciabatte a forma di pecora, un mal di gola da guinness dei primati, che è degenerato presto in tosse fastidiosissima da non dormire e raffreddore, insomma ero strafighissimamente un bijoux! Quindi tutti gli eventi sopra descritti si sono svolti con me versione zombie che impilavo tartine e riempivo bicchieri di spumante, di tutto questo ricordo solo il momento in cui mi rannicchiavo sul divano e buonanotte.
Se sono sopravvissuta è un miracolo!
I buoni propositi per l' anno nuovo dicevamo.
Sono essenzialmente due, uno è cercare di postare un po più spesso in questo blog, fate conto che ho almeno 20 post in versione "bozza" al quale mancano o una rilettura o il caricare una foto, il secondo è organizzare un bel viaggio durante le feste di Natale dell' anno prossimo.
Si parte il 24 e si torna almeno il 2, dove? In un posto dove "OOOOhhhhppssss, non prende il telefono, ci facciamo gli auguri quando torniamo eh!?"
Alcune scene sono state epiche e ce le ricorderemo negli anni avvenire, magari scherzandoci sù, cosa che non riusciamo a fare ora.
Le nonne che si litigano la Dharma, le nonne che discutono dove e quando dovevamo smistarci (NOI) a pranzo e a cena dai parenti vari, le nonne che fanno a gara su quale delle due fazioni di parentado ha fatto i regali più grandi, vi dico solo che le prime foto del primo compleanno di mia figlia sono con le famigerate nonne che usando il pretesto di sorreggerla giocano al tiro alla fune con una povera Muzzolina sopraffatta.
Capite il perchè del secondo proposito per l' anno nuovo?
Insomma, scene di ordinaria follia a casa nostra, alcune divertenti lo devo ammettere.
E le vostre feste come sono andate? :D
A prestissssssssssssssimo!
Promesso...è anche uno dei propositi!EH!